Mobili antichi, affettatrici Berkel, lampadari Murano, modernariato vintage e design anni 50/60/70

 

mobili e complementi di arredamento antichiargento anticoceramicaaffettatrici vetricollezionismo

 Mobili  Argento  Ceramica  Lampadari   Design    Berkel   Vetri   Luce  Collezionando

 

 

Home

Mobili Antichi 

Argenti

Ceramica

Vetri

Lampade Vintage

Lampadari Murano

Affettatrici Berkel  

Modernariato

Libri Arte  

Collezionando

 

 

Feedback

Tips & Tricks

Argento Fisico

Rassegna stampa

Newsletter

Pagamenti  

Spedizioni  

Ordini

Contatti

       

Berkel Aufschnittmaschine

...........................................

 

 

Tecniche pittoriche

A secondo delle tecniche pittoriche utilizzate ogni opera d'arte, ci racconta una storia e ci trasmette una serie di sensazioni. L'emozione arriva sino al nostro cuore attraverso numerosi percorsi e dettagli e, all'osservatore più attento, non sfugge senz'altro quello del colore. Ecco allora come il colore viene percepito come una sensazione, la stessa sensazione che il pittore vuole fare arrivare come proprio messaggio. E' fondamentale infatti osservare l'opera d'arte dal vivo, in quanto le riproduzioni fotografiche non rispettano mai i colori reali, non ci danno l'idea delle proporzioni e soprattutto non riescono a farci percepire l'intento dell'artista o la sua tecnica. Nel caso si tratti poi di una scultura, questa risulterà diversa da ogni punto di vista la si osservi.

Molti pittori hanno lavorato nei secoli allo studio del colore prima di trovare una caratteristica prevalente applicata poi alle loro opere d'arte e i colori fondamentali da cui derivano poi tutti gli altri sono il rosso, il giallo e il blu, ovvero i colori primari. Dalla combinazione dei colori primari si ottengono l'arancio, il viola e il verde detti colori secondari. Ulteriori combinazioni fra i colori primari e secondari danno origine ai colori terziari, ottenendo così ulteriori tonalità di colore. Ci sono poi il bianco e il nero che sono detti  acromatici e ogni colore combinato con questi ultimi scurisce o schiarisce il colore originario dando origine a diverse sfumature. I  colori si dividono poi in colori caldi, ovvero tutta la gamma che va dal giallo al rosso fino al viola, mentre i colori freddi vanno dal blu al verde e viola.

 

Principali tecniche pittoriche

Acquerello

E' una tecnica pittorica che si ottiene mescolando pigmenti con un legante da diluire con l'acqua. Tecnica usata già dal Medioevo per la decorazione di preziosi manoscritti. Durante l'Ottocento molti pittori usarono l'acquerello per dipingere soprattutto paesaggi e vedute.

Acrilico

E' un colore sintetico usato nella tecnica dell'acquerello e nella pittura ad olio. E' ad asciugatura rapida e lunga durata nel tempo. Molto usato nell'arte moderna.

Affresco

E' una pittura eseguita su parete usando pigmenti terrosi mescolati all'acqua. Si applicano sull'intonaco ancora fresco che asciugandosi assorbe e fissa il colore. E' una tecnica molto antica e che si diffuse in Europa nel XIV secolo.

Carboncino e sanguigna 

E'una delle tecniche più antiche del disegno. Molti artisti del Rinascimento usarono il carboncino e la sanguigna per i lavori preparatori ai loro affreschi e tra l'Ottocento e il Novecento furono realizzate molte opere con questa tecnica. 

China

L'inchiostro di china ha origini millenarie. Può essere steso con il pennino o il pennello. E' un composto di nerofumo e gommalacca. Si presenta in tavolette solide da sciogliere in acqua e in forma liquida.

Collage

La parola deriva dal francese coller che significa incollare. L'opera d'arte viene realizzata con materiali quali tessuto o carta incollati su tela. 

Olio

Si ottiene mescolando pigmenti in polvere e olio (semi di lino). Grazie a questa tecnica, fu il pittore Jan Van Eyck (1390-1441) a divenire popolare. In Italia il primo artista a farne uso fu Antonello da Messina (1430-1479).

Pastello

Termine conosciuto per indicare i colori tenui, è  un bastoncino colorato a base di pigmento in polvere, gesso e gomma per legante.

Tempera

E' una tecnica ad essiccazione rapida eseguita mescolando pigmento in polvere ad una sostanza agglutinante da stemperare (da qui prende il nome) in acqua. Tecnica molto nota in Europa fino all'avvento della pittura ad olio nel 1400 ad opera dei pittori fiamminghi.

Samuel Arlent Edwards

Restauro dipinti